“I prigionieri del sole” romanzo coloniale censurato nel Ventennio in una edizione senza tagli curata da Alpozzi

“I prigionieri del sole – Vita dei concessionari di Genale” scritto da Dante Saccani venne pubblicato a puntate nel 1939 sulla rivista L’Italia d’Oltremare. Subì diverse censure e mai venne pubblicato interamente. Oggi per la prima volta questo romanzo coloniale viene editato, a cura di Alberto Alpozzi per Eclettica Edizioni, interamente con tutte le parti tagliate durante il Ventennio e con l’aggiunta di tre capitoli totalmente inediti. Una magnifica edizione illustrata di 236 pagine, con più di 60 immagini e commentata da più di 200 note. Il testo originale, mai pubblicato, è preceduto da un capitolo di analisi, dall’inquadramento storico e geografico. In chiusura l’elenco completo di tutti i concessionari agricoli italiani (150) in Somalia corredato dagli investimenti fatti, i finanziamenti ottenuti e un giudizio sul loro operato.

ACQUISTA ORA a Euro 16,00 + s.p. il libro “I prigionieri del sole” di Dante Saccani a cura di Alberto Alpozzi inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)

SINOSSII prigionieri del sole chi sono? Sono Arditi, ufficiali ed eroi della Grande Guerra. Sono tutti italiani. Giovani. Ora sono in Africa a combattere una nuova battaglia: la colonizzazione agricola della Somalia. Nella colonia è appena sbarcato Cesare Maria de Vecchi, il primo governatore fascista. Sono gli anni più duri. La colonia è poco più di un protettorato e il governatore deve affrontare i clan che si ribellano alla consegna delle armi da fuoco. Mentre nei Sultanati del nord si svolge una guerra coloniale, intanto nel sud, con il supporto del governo, si bonificano e coltivano migliaia di ettari. Una nuova diga, decine di chilometri di canali e molta fatica trasformano la fitta boscaglia in un piccolo Eden: il comprensorio agricolo di Genale. Ma quali erano le condizioni di vita dei primi coloni italiani? Fu davvero un paradiso artificiale come raccontava la propaganda dell’epoca oppure un inferno? Gli indigeni erano tutelati da un contratto oppure erano schiavizzati come la letteratura anti-coloniale ha raccontato? La Somalia fu depredata delle sue risorse oppure i suoi deserti vennero resi fertili dagli italiani? A tutti questi interrogativi risponde il romanzo di Dante Saccani in una versione inedita, curata da Alberto Alpozzi. Alla sua prima apparizione nel 1939 il testo subì diverse revisioni. Tutte le volgarità e gli incontri con le sciarmutte vennero eliminati. In questa versione, Alpozzi restituisce il romanzo nella sua originalità senza censure e lo completa con tre capitoli inediti. Un romanzo coloniale unico nel suo genere. Una scrittura autentica ricca di echi futuristi. Una fedele cronaca delle vite e dei sogni dei giovani coloni italiani. Veniamo coinvolti e trasportati in luoghi lontani nel tempo e nello spazio rivivendo eventi e uomini reali. Senza censure, senza propaganda e senza nichilismo uno stupefacente reportage per conoscere la vera Somalia coloniale degli anni Venti.

ACQUISTA ORA a Euro 16,00 + s.p. il libro “I prigionieri del sole” di Dante Saccani a cura di Alberto Alpozzi inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)

L’AUTORE – Dante Saccani. Ardito della Grande Guerra, squadrista dal 1921, si trasferì in Somalia nel 1924, come concessionario agricolo nel comprensorio di Genale. Nel 1939 pubblica a puntate per L’Italia d’Oltremare il suo romanzo coloniale.

IL CURATORE – Alberto Alpozzi. Fotoreporter freelance, iscritto all’Ordine dei Giornalisti del Piemonte. Specializzato in aree di crisi, ha raccontato le guerre in Afghanistan, Libano, Kosovo e l’antipirateria in Somalia. Ha insegnato fotografia e comunicazione dell’immagine alla Facoltà di Architettura di Torino dal 2010 al 2016. Dal 2013 svolge indagini storiche sul colonialismo italiano. Per Eclettica ha pubblicato Il faro di Mussolini, Viaggio nella Somalia italiana e Dubat.

RINGRAZIAMENTI – Questa edizione è stata possibile grazie a Gianfranco Cenci e alla gentile collaborazione di Giancarlo Zanoli.

22 thoughts on ““I prigionieri del sole” romanzo coloniale censurato nel Ventennio in una edizione senza tagli curata da Alpozzi

  1. Pingback: Ritrovato il dattiloscritto originale del romanzo coloniale “I prigionieri del sole” di Dante Saccani. Edizione inedita a cura di Alberto Alpozzi – L'altra faccia del colonialismo italiano

  2. Pingback: Le nostre pubblicazioni a carattere coloniale | L'ITALIA COLONIALE

  3. Pingback: Dalla Somalia anni Venti ad oggi. Il lungo viaggio de “I prigionieri del sole”. Romanzo coloniale censurato | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  4. Pingback: Elenco dei concessionari agricoli nella Somalia italiana | L'ITALIA COLONIALE

  5. Pingback: La schiavitù nelle colonie. Il caso dell’Italia | L'ITALIA COLONIALE

  6. Pingback: Come si faceva ad emigrare nelle colonie italiane | L'ITALIA COLONIALE

  7. Pingback: 1926, la rivolta di El Hagi. Analisi storica e verifica delle fonti | L'ITALIA COLONIALE

  8. Pingback: Civiltà, razza e colore della pelle. Ecco cosa ne pensava de Vecchi, governatore della Somalia | L'ITALIA COLONIALE

  9. Pingback: L’Italia depredò le risorse della Somalia? La dichiarazione dell’on. Brusasca, antifascista e giusto tra le nazioni | L'ITALIA COLONIALE

  10. Pingback: Somalia italiana. Nei contratti di lavoro per indigeni premi di produzione e condoni per i debiti | L'ITALIA COLONIALE

  11. Pingback: Fra Nazareno. Da artigliere e colono in Etiopia al processo di beatificazione | L'ITALIA COLONIALE

  12. Pingback: Colonialismo. Discriminazione o equità nei salari degli indigeni? | L'ITALIA COLONIALE

  13. Pingback: 1929. Il primo veicolo ibrido nella Somalia coloniale faceva risparmiare il 90% sul carburante | L'ITALIA COLONIALE

  14. Pingback: Il destino di Roma? Civilizzare e pacificare le nazioni | L'ITALIA COLONIALE

  15. Pingback: La romanizzazione delle colonie in epoca fascista - Storia in Rete

  16. Pingback: Negli anni Venti in Somalia il primo contratto di lavoro per la tutela dei lavoratori contro il lavoro forzato | L'ITALIA COLONIALE

  17. Pingback: In una circolare fascista la tutela dei lavoratori somali che i sindacati di oggi dovrebbero leggere | L'ITALIA COLONIALE

  18. Pingback: Colonialismo "green". Nella Somalia italiana del 1929 il primo veicolo ibrido. Risparmi del 90% - Storia in Rete

  19. Pingback: 21 Luglio 2021, Sarzana. 100 anni fa la strage nelle memorie di un colono in Somalia | L'ITALIA COLONIALE

  20. Pingback: 21 Luglio 1921, Sarzana. 100 anni fa la strage nelle memorie di un colono in Somalia | L'ITALIA COLONIALE

  21. Pingback: Buone vacanze ai nostri lettori e sostenitori. È stato un anno difficile ma non ci fermeranno mai | L'ITALIA COLONIALE

  22. Pingback: Ottobre 1924. L’Italia costruisce la più grande diga della Somalia | L'ITALIA COLONIALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.