Il saluto romano come simbolo di libertà nell’Etiopia divenuta italiana

“L’Etiopia è italiana. Italiana di fatto, perché occupata dalle nostre armate vittoriose, italiana di diritto, perché col gladio di Roma è la civiltà che trionfa sulla barbarie, la giustizia che trionfa sull’arbitrio crudele, la redenzione dei miseri che trionfa sulla schiavitù millenaria”.
Con queste parole il 5 maggio 1936 Benito Mussolini annunciava all’Italia e al mondo che la guerra d’Etiopia era finita e che l’ex Impero d’Etiopia passava sotto la sovranità del Regno d’Italia.

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM “ITALIA COLONIALE” PER RICEVERE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

La schiavitù era già stata abolita da mesi col procedere delle truppe nei territori conquistati, prima il 3 ottobre 1935 dal Generale Emilio De Bono e successivamente il 12 aprile 1936 dal Maresciallo Pietro Badoglio.
Il saluto cosiddetto “romano”, introdotto dal fascismo in tutti gli ambiti, civili e militari, si diffuse velocemente anche in Etiopia, sia tra gli indigeni sia tra i bianchi europei presenti.
Ma soprattutto l’usanza del saluto fascista, col braccio destro alzato, venne imposto ai nativi affinché fosse sostituito al servile inchino verso terra, cui erano abituati dal millenario schiavismo.
Infatti per l’Italia fascista “i nativi sono uomini liberi, e se è loro dovere il saluto rispettoso a noi che siamo venuti vittoriosi apportatori di civiltà, pertanto questo saluto deve essere fatto con dignità, guardando in faccia chi si saluta, da uomo fiero”1.
Non solo un gesto retorico ma simbolo di libertà contro la sottomissione e la schiavitù.
Il saluto romano è stato vietato in Italia dalla legge Scelba n. 645 del 20 giugno 1952, successivamente modificata con la legge Mancino n. 205 del 25 giugno 1993, ma non è da considerarsi reato se l’intento è commemorativo e non violento come da diverse sentenze della Cassazione.

di Alberto Alpozzi

NOTE
1. Il Giornale di Addis- Abeba, pag. 2, Anno 1 – n. 12, 18 Giugno 1936

Vuoi approfondire la storia delle colonie italiane e vorresti un consiglio? Ecco QUI l’elenco delle nostre pubblicazioni: libri, dossier e riviste. Tutti i testi sono a carattere coloniale e utili per conoscere la storia d’Italia in Africa senza i pregiudizi della dittatura del pensiero unico. Ordina i tuoi titoli inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it.

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM “ITALIA COLONIALE” PER RICEVERE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

ORDINA inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.