Asmara, città modernista del Ventennio fascista, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO

Asmara, la capitale dell’ex Colonia italiana d’Eritrea, città modernista per eccellenza, con i suoi edifici del Ventennio fascista, è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO entrando nella lista World Heritage
“Asmara, a Modernist City of Africa” è la prima città dell’Africa orientale ad essere stata nominata sito dell’UNESCO. La nomina è avvenuta ieri a Cracovia durante la 41a seduta del World Heritage Committee.
asmara_unesco-heritage
“È un grande risultato per gli eritrei – ha commentato l’ingegner Medhanie Teklemariam, responsabile dell’Asmara Heritage Project, lanciato nel 2014 dalle autorità eritree per la candidatura UNESCO – in particolare e per il continente africano in generale”, poiché “riduce la sottorappresentanza del patrimonio moderno dell’Africa nell’elenco del Patrimonio mondiale.
Asmara è una città straordinaria e un sito eccezionale di patrimonio modernista: la città possiede una combinazione eccezionale di pianificazione urbana moderna e architettura modernista che è arrivata integra dalla sua creazione nei primi anni del ‘900 fino ai giorni nostri come capitale dell’Eritrea”.
.
.
TI PIACE QUESTO ARTICOLO? ENTRA E CLICCA MI PIACE NELLA PAGINA FACEBOOK “L’ITALIA COLONIALE”
.
Gli italiani la crearono a partire dal 1890 durante la prima penetrazione coloniale lungo il Mar Rosso, un secondo impulso nell’era giolittiana con il primo piano regolatore e poi il grande boom urbanistico durante il Ventennio fascista che la fece crescere di oltre 30 volte raggiungendo i 100.000 abitanti di cui la metà italiani.
Nella capitale eritrea convivono diversi stili architettonici: dal modernismo al razionalismo italiani del novecento allo stile orientaleggiante ottocentesco. Opere come l’autofficina FIAT Tagliero, simbolo della città, o il Cinema Impero, sono conosciute in tutto il mondo, e ancora perfettamente conservate.
È dei primi anni Duemila il primo accordo con la Banca Mondiale per la conservazione dei beni culturali della città e del 2005 la richiesta di accesso alla “tentative list” dell’Unesco per circa 4.300 edifici. Nel 2016 la domanda formale, grazie al forte contribuito l’ambasciata italiana locale.
.
di © Alberto Alpozzi  – Tutti i diritti riservati

2 thoughts on “Asmara, città modernista del Ventennio fascista, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO

  1. Sinceramente non capisco cosa intenda Medhanie Teklemariam per architettura “modernista”, termine dalle connotazioni ambigue, spesso caricato di accezioni negative e che nulla ha a che fare né col razionalismo, né tantomeno con le altre manifestazioni architettonica italiane nate durante il ventennio Fascista.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...