Storia in Rete n. 185 – Colonialismo tra bugie e leggende

Colonialismo tra bugie e leggende. A ottant’anni dalla fine dell’Impero italiano in Africa è possibile un bilancio sereno?
In edicola Storia in Rete n. 185. Inchieste, documenti inediti, approfondimenti e notizie!

Storia in Rete 185 è acquistabile insieme alle pubblicazioni di “Italia Coloniale” inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it

Nella strategia della cancel culture l’anello debole della nostra storia è sicuramente il nostro passato coloniale. E’ lì che si vuol colpire mistificando una storia complessa, ricca non solo di ombre come si vorrebbe far credere ma anche di pagine interessanti e nobili. Riportarle in evidenza è un compito difficile perché da molti anni – anche da firme famose della divulgazione storica – si è sostanzialmente attaccata l’esperienza coloniale, prima liquidata come un fenomeno fuori dal tempo e condotto in modo approssimativo, superficiale, “straccione”, e poi come un esercizio di ferocia spietata, al limite del genocidio. Ma la Storia del colonialismo italiano è molto differente da come la vogliono dipingere racconti frettolosi o tendenziosi. E merita d’essere approfondita anche attraverso le parole dei popoli che hanno camminato per decenni insieme al nostro e che non si sono sempre mostrati così critici verso il nostro colonialismo. Che oltretutto, ha vissuto varie stagioni in una continuità sostanziale della politica italiana verso “l’oltremare”: dall’età liberale-giolittiana a quella fascista fino a secondo dopoguerra repubblicano.

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM “ITALIA COLONIALE”

In riferimento al fenomeno decennale del colonialismo italiano in Africa, “Storia in Rete” dedica la copertina del numero di novembre 2021 al lavoro di indagine storica di Alberto Alpozzi. Il mensile, nel suo numero in edicola, ha infatti deciso di dedicare un ampio servizio al lavoro di Alpozzi che, attraverso un’approfondita indagine volta a verificare fonti e documenti d’archivio, illustra le numerose lacune di una bibliografia e una “vulgata” giornalistica che, spesso con malcelata malafede, tendono a stravolgere completamente quello che è stato il “colonialismo italiano”.

Dalle verità sul colonialismo a quelle su un mito della Guerra civile italiana: “Bella ciao”. E’ vero che fu la “canzone della Resistenza”? Oppure fu scritta nel dopoguerra e solo poi si costruì sulle sue note così simili a una canzonetta klezmer una vera e propria mitologia?
Quindi, storia in tribunale: dal processo ai FAR del 1950, che vide alla sbarra anche il filosofo Julius Evola, alle perizie sugli esplosivi che hanno causato la Strage di Bologna del 2 agosto 1980, spiegate ai lettori di “Storia in Rete” dall’esperto Danilo Coppe, l’uomo che ha demolito il Ponte Morandi di Genova.
Infine, quando Rommel “marcò visita” per lasciare il fronte africano e la storia ancestrale del cannibalismo: i nostri antenati dell’età della pietra lo praticavano per riempire la pancia o come forma di rituale magico-religioso?

Tutto questo e molto altro su “Storia in Rete” n. 185 (novembre-dicembre 2021) acquistabile anche in pdf cliccando qui

Vuoi approfondire la storia delle colonie italiane e vorresti un consiglio? Ecco QUI l’elenco delle nostre pubblicazioni: libri, dossier e riviste. Tutti i testi sono a carattere coloniale e utili per conoscere la storia d’Italia in Africa senza i pregiudizi della dittatura del pensiero unico. Ordina i tuoi titoli inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it.

ORDINA inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.