Hawo Tako, l’eroina somala che morì per salvare un italiano

“1948, Mogadiscio. La Somalia è sotto l’amministrazione militare inglese da ormai 7 anni. La Somalia non era più “italiana” dal 1941, persa durante la seconda guerra mondiale, insieme a tutta l’Africa Orientale.
La Somalia post-coloniale era in attesa di una nuova amministrazione e una commissione delle Nazioni Unite doveva stabilire se affidare il protettorato dell’ex colonia italiana alla nuova Repubblica italiana, tramite una amministrazione fiduciaria, per prepararla e condurla all’indipendenza nel giro di pochi anni. Era un’amministrazione contesa tra inglesi e italiani. Il 21 novembre 1949 l’Assemblea generale dell’ONU approvò, a favore dell’Italia, la Risoluzione 289 con la quale assegnò definitivamente il territorio della Somalia all’AFIS “Amministrazione Fiduciaria italiana della Somalia”.
.

Scopri i libri suggeriti dal sito “L’Italia Coloniale”. CLICCA QUI per l’elenco delle nostre pubblicazioni: libri, dossier e riviste.

Hawo Tako_MogadiscioGli inglesi non erano d’accordo e cercarono di boicottare le manifestazioni filo-italiane. Nel gennaio 1948 l’Inghilterra organizzò e orchestrò quello che è ricordato come l’eccidio di Mogadiscio importando dal Somaliland e dal Kenia gruppi di somali della Syl “Somali Youth League” (Lega dei Giovani Somali, un club nato a Mogadiscio nel 1943 con l’appoggio e il sostegno delle autorità britanniche), oltre che neozelandesi e indiani. Vennero infiltrati in una manifestazione programmata per l’11 gennaio, con il chiaro intento di dimostrare che gli italiani non erano graditi.
La giornata si concluse con 54 italiani e 14 somali uccisi. Tra questi somali a Mogadiscio vi era Hawo Tako, sposata con un autotrasportatore italiano, che perse la vita nell’intento di fermare l’eccidio e proteggere gli italiani, così come gli altri somali che persero la vita.
Per avere qualche dettaglio su quel tragico giorno ho intervistato Abdullahi Elmi Shurie che ci chiarisce la situazione: “Quello che si sa per certo è che quel barbaro eccidio fu voluto dagli inglesi che usarono delle persone fatte venire dal Somaliland per mostrare che i somali odiavano gli italiani. Cosa non vera perché quel giorno molti somali, domestiche, guardiani, operai, autisti ecc morirono per difendere gli italiani di Mogadiscio, anche se nessuno si è mai ricordato di loro”.
.

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM “ITALIA COLONIALE” PER RICEVERE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

eccidio-Mogadiscio_Gennaio-1948_Chiesa Perenne Suffragio_ RomaA Hawo Tako a Mogadiscio nel 1970 venne dedicato un monumento per rappresentare il nazionalismo della Somalia per l’indipendenza. “La donna raffigurata – prosegue Shurie – è trafitta da una freccia e come si sa quel giorno molti dei somali che uccidevano gli italiani erano armati di archi e frecce”.
Un capitolo amaro e poco noto della storia della Somalia e dell’Italia ma che testimonia il forte legame che c’era tra i nostri due popoli.
“Quella statua oggi non c’è più. In tanti anni non si è mai voluto affrontare quella pagina dolorosa della nostra storia ne da parte italiana ne da parte somala – conclude il suo racconto – Un messaggio che noi somali dobbiamo capire per ricordare quanto i nostri popoli siano vicini. Tanti italiani e somali sono morti fianco a fianco. Di questo non sanno nulla molti somali e anche molti italiani di oggi che nulla sanno della nostra storia. I politici italiani di oggi considerano i somali al pari di tanti altri immigrati che vengono dal mare, ma noi abbiamo sempre considerato l’Italia il nostro secondo paese. Un somalo che si vede costretto a lasciare il suo paese non va in Francia o in un paese arabo, perché non si sente arabo o francese ma italiano”.
A ricordo dei 14 somali caduti per difendere gli italiani in quel tragico giorno del gennaio 1948, è stata posta dell’associazione Amisom una lapide nella Chiesa del Perenne Suffragio di Piazza Salerno a Roma.
.
di © Alberto Alpozzi – Tutti i diritti riservati

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM “ITALIA COLONIALE” PER RICEVERE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Vuoi approfondire la storia delle colonie italiane e vorresti un consiglio? Ecco QUI l’elenco delle nostre pubblicazioni: libri, dossier e riviste. Tutti i testi sono a carattere coloniale e utili per conoscere la storia d’Italia in Africa senza i pregiudizi della dittatura del pensiero unico. Ordina i tuoi titoli inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it.

ORDINA inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico

3 thoughts on “Hawo Tako, l’eroina somala che morì per salvare un italiano

  1. Pingback: 11 gennaio 1948, Mogadiscio. L’eccidio voluto dagli inglesi in chiave anti-italiana. VIDEO | L'ITALIA COLONIALE

  2. Pingback: Nuovi studi fanno luce sull’eccidio di Mogadiscio del 1948: fu un pogrom premeditato dagli inglesi per colpire gli italiani | L'ITALIA COLONIALE

  3. Grazie per queste lezioni meravigliose di Storia, quella vera.
    Altro che quella di Barbero, bravo medievista, ma che si inserisce a vanvera in periodi che non conosce, solo per difendere l’indifendibile.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.