Gennaio 1877. L’Italia è la prima e unica potenza europea a godere di una concessione in Etiopia

Nel gennaio 1877 Menelik II, il re dei re, cedette al Regno d’Italia un tratto di territorio a nord-est di Ancober, antica capitale dello Scioa in Etiopia, per l’impianto di una stazione ospedaliera, meteorologica e di riposo di proprietà assoluta della Società Geografia Italiana. La località in questione era Let Marefià (letteralmente “luogo di riposo”), una sorta di autogrill diremo oggi, così come indicato in una lettera del Negus indirizzata al marchese Orazio Antinori, luogo dove nel 1882 venne poi seppellito all’ombra di un sicomoro.

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM “ITALIA COLONIALE” PER RICEVERE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Emilia Siracusa Cabrini in Antonio Cecchi da Zeila alla frontiere del Kaffa così la descrive: “Let Marefià è come in un ampio anfiteatro a oltre 2000 m. sull’acrocoro etiopico, che comprende tutto il sistema montuoso sciano. Dalle creste de’ monti scendono boschi eternamente verdi, pallidi ulivi, ginepri odorosi, enormi sicomori, e balze sassose, tra cui si aprono viottoli tortuosi. Il Deus balza in zampillanti cascatelle, sotto cui si aprono belle, ampie, fresche grotte, tutte stillanti di acqua limpida e sonora. La campagna è feconda di banani, cedri, limoni, e vi si stendono ampie piantagioni di canna da zucchero e di bianco cotone, dal fiore lieve come un bioccolo”.

Scopri i libri suggeriti dal sito “L’Italia Coloniale”. CLICCA QUI per l’elenco delle nostre pubblicazioni: libri, dossier e riviste.

È importante ricordare questa concessione, sebbene non si trattasse di un possesso diretto dello stato italiano, in quanto l’Italia fu l’unica fra le potenze europee ad avere in cessione un territorio situato nel cuore dell’Etiopia, come tangibile espressione delle trattative intraprese già da Cavour sin dal 15 gennaio 1857 con i capi etiopi, ben prima dell’apertura del Canale di Suez (1869) e quindi della corsa verso l’Africa Orientale: Eritrea italiana 1882, Somalia inglese (Somaliland) 1884, Somalia italiana (Migiurtinia) 1889 e Somalia Francese (Gibuti) 1896.
La stazione fu abbandonata nel 1895 in seguito al peggioramento delle relazioni con l’Etiopia.

di Alberto Alpozzi

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM “ITALIA COLONIALE” PER RICEVERE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Vuoi approfondire la storia delle colonie italiane e vorresti un consiglio? Ecco QUI l’elenco delle nostre pubblicazioni: libri, dossier e riviste. Tutti i testi sono a carattere coloniale e utili per conoscere la storia d’Italia in Africa senza i pregiudizi della dittatura del pensiero unico. Ordina i tuoi titoli inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it.

ORDINA inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.