La Russia mette a punto i piani per una base navale in Somaliland

Secondo i rapporti del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti la Russia sta intensificando i piani per realizzare una base militare nel porto di Berbera in Somaliland.
Ciò deriva da notizie secondo cui la Russia avrebbe anche avuto colloqui con l’Eritrea per l’interesse di costruire un centro logistico navale.
Se questo dovesse concretizzarsi, la Russia si unirà alla Cina, agli Stati Uniti e all’Italia che hanno basi a Gibuti, nel mar Rosso.
Il governo russo ha dichiarato che sta monitorando da vicino la città portuale di Berbera nel Somaliland come possibile base militare.
Dal New York Times è stato dichiarato che il continuo interesse della Russia per l’Africa preoccupa molti in Occidente: “I funzionari americani, analizzando quella che chiamano grande competizione di potere, affermano di essere allarmati dalla crescente influenza della Russia, così come dalla Cina, mentre Washington lotta per esercitare i suoi obiettivi economici e di sicurezza nel continente”.
Il Corno d’Africa è strategicamente importante per una serie di motivi: consente sia la proiezione di potenza in Medio Oriente sia influenza sul canale di Suez, e quindi il Mediterraneo, attraverso il Golfo di Aden.
Base navale russa in Somaliland
Se realizzata, questa sarebbe la prima base della Russia in Africa dopo la Guerra Fredda e sarebbe un grande passo avanti per il programma del presidente Putin per rilanciare la marina russa.
La base dovrebbe ospitare due navi delle dimensioni di un cacciatorpediniere, quattro navi di classe fregata, due sottomarini, due piste di atterraggio che possono ospitare fino a sei aerei pesanti e 15 aerei da combattimento.
Gli esperti ritengono che si stia svolgendo un nuovo “Scramble for Africa”. I principali attori sono Cina, UE e Stati Uniti. Anche India, Brasile, Turchia, Iran, Corea del Sud e paesi del Golfo sono interessati ad aumentare la cooperazione con l’Africa. Il volume degli scambi commerciali e dell’interazione economica della Russia con l’Africa è inferiore a quasi tutti i suddetti attori. Attualmente, il commercio della Russia con l’Africa è inferiore a $ 12 miliardi.
Un rapporto della rivista NewAfrican nel novembre 2018 affermava che la Russia era in trattativa con i leader del Somaliland per una base navale per supportare le sue navi da guerra e sottomarini per operare nella regione e le trafficate rotte di navigazione che trasportavano la maggior parte delle merci europee.
È stato riferito che la base navale sarebbe stata presidiata da 1.500 persone e avrebbe supportato cacciatorpediniere, fregate e sottomarini e si sarebbe trovata fuori dalla città di Zeila, in Somaliland, al confine con Gibuti – vicino alla posizione della prima base d’oltremare della Cina nei tempi moderni, aperta nel 2017.
Il rapporto affermava inoltre che la Russia aveva proposto di riconoscere la repubblica separatista del Somaliland in cambio del permesso di stabilire la base e garantire la sicurezza nel paese separatista addestrando i militari del Somaliland.
La Russia in precedenza aveva una base militare in Somaliland ma furono costretti ad uscire dall’ex dittatore somalo Siad Barre
Anche la Gran Bretagna ha espresso il desiderio di avere una base militare in Somaliland.
.
Fonte busiweek.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.