Missione in Somalia 1992-93. L’indimenticabile abbraccio della licenza

Missione in Somalia 1992-93. L’indimenticabile abbraccio della licenza

Del Caporale Stefano Massenz

Mogadiscio_1992-3_Stefano Massenz_Missione Somalia 1992 (1)27 aprile 1993. Aeroporto di Mogadiscio – Eccoci qua pronti, lavati e stirati (…si fa per dire); finalmente siamo in partenza per la tanto sospirata e attesa licenza. Dopo tanti rinvii e ventilate cancellazioni di voli è giunto il nostro turno.

Siamo in missione da oltre 4 mesi dal natale ’92, e chi più chi meno, non vediamo casa e non vediamo l’Italia da quasi 6 mesi. Abbiamo 20 anni, forse qualcuno di noi non ha mai messo piedi fuori dall’Italia, figuriamoci ad oltre 8000 km da casa… Purtroppo quando siamo stati “comandati” per la missione non ci è stato permesso un saluto alle famiglie, alle fidanzate e agli amici. Chi ha potuto (come il sottoscritto) aveva salutato la famiglia arrivata a Siena in una veloce giornata, che forse aveva fatto più “male” che bene…

In mattinata saliamo sul nostro caro C-130 che con un confortevole volo di circa 13-14 ore ci scaricherà a Pisa: decolliamo comodamente seduti su panche composte da fettucce intrecciate, con i tappi nelle orecchie necessari causa il lievissimo rumore interno dell’aereo e con una serie di servizi a bordo… totalmente nulli… Chissà poi perché l’Aeronautica Militare, nostra “sorellina”, non preveda delle assistenti di volo…

Mogadiscio_1992-3_Stefano Massenz_Missione Somalia 1992 (5)Dopo circa 6 ore siamo a Luxor-Egitto per uno scalo tecnico (…mi faccia il pieno grazie), scendiamo dal nostro aereo scortati da 2 file di soldati Egiziani, armati… e noi non siamo armati in quel momento… ma vai a capire, sarà per la nostra sicurezza… dopo la sosta dissetante e “tecnica” anche per noi, si decolla nuovamente in direzione Italia.

Altre 6-7 ore di volo e quando ormai è già notte atterriamo finalmente a Pisa, dopo un viaggio che normalmente sarebbe sfiancante, ma con la voglia e la felicità che abbiamo di tornare a casa, di rivedere i famigliari, gli amici, mangiare una semplice pizza con una birra (…fredda) o infilarsi un paio di scarpe da ginnastica, non c’è un filo di stanchezza.

Salutiamo il nostro caro bestione volante e l’ultimo passaggio ci viene dato per la stazione… da qui fino a casa siamo tornati nel cosiddetto mondo “civile”: persone vestite con abiti non militari, (…e anche un po’ più pallide del solito), auto normali e non gli scassoni che vediamo e controlliamo da mesi, le case integre e non sforacchiate dai proiettili… fa effetto ritornare a vedere quello che per anni è stata ed è la nostra normalità, ma che da mesi ci manca.

Mogadiscio_1992-3_Stefano Massenz_Missione Somalia 1992 (3)In stazione a Pisa, a notte fonda, ognuno prende la propria direzione: io e Lucio su verso Torino, Lorenzo torna a Piacenza, Davide verso Genova, il Tonio verso il Garda.

Arriviamo a Torino la mattina presto, in stazione è un viavai di persone che vanno al lavoro. Noi 2 con i nostri zaini pieni, in divisa desertica con ancora le maniche arrotolate e il prezioso basco amaranto, qualche curiosità in chi ci osserva la solleviamo, penso…oltretutto, nonostante sia quasi il mese di maggio, non è una giornata primaverile: il tempo è uggioso e l’aria ancora fresca, forse anche freddina… ma chi lo sente il freddo..

Uscito dalla stazione, volo verso i taxi (forse il primo che prendo in vita mia…) e via verso casa… dove nessuno sa che sto per arrivare!

Avevo deciso di non dire nulla del mio arrivo, l’effetto sorpresa dovrebbe funzionare bene, mi dico. E così quando arrivo sotto casa e suono trovo mia madre.
Qui servono poche parole… gli abbracci… gli abbracci di quel momento non si possono immaginare e descrivere, sono infiniti… oggi, a 23 anni di distanza, credo sia uno dei rari momenti più belli, unici e indimenticabili che mi porterò dentro… sempre…

Mogadiscio_1992-3_Stefano Massenz_Missione Somalia 1992 (4)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...