A Sanremo una mostra dedicata alla Somalia di Giovanni Novaresio

cofVerrà inaugurata venerdì 1 dicembre alle 16.30, presso il Museo Civico di Sanremo, a Palazzo Nota, la mostra “Giovanni Novaresio. La sua Africa 1954-1980”.
La mostra porterà per la prima volta nel Ponente ligure le opere dell’artista Giovanni Novaresio, maestro dell’avanguardia genovese.
Vai a fondo pagina per la locandina della mostra.
.
Dal 1954 Novaresio soggiorna ripetutamente in Somalia che diviene la sua seconda patria: a questa terra sono indiscutibilmente legate le opere che più contraddistinguono l’artista. Le sue giovani somale solide e vaghe, i suoi pastori nobili nelle ruvide vesti, le sue maternità eleganti e primitive, le sue fotografie che riprendono civiltà ormai scomparse, tutta la “sua Africa” rivive in questa esposizione di grande forza evocativa.
L’allestimento nelle sale di Palazzo Nota comprende tele, disegni, fotografie, tra i quali molti inediti, e i preziosi bozzetti per la decorazione dell’Aula Magna dell’Università di Mogadiscio, unica testimonianza sopravvissuta alla distruzione dell’edificio.
.
TI PIACE QUESTO ARTICOLO? ENTRA E CLICCA MI PIACE NELLA PAGINA FACEBOOK “L’ITALIA COLONIALE”
.
La mostra, a cura di Claudia Andreotta, Leo Lecci e Giovanna Novaresio, resterà aperta dal 1 dicembre al 20 gennaio. Orario di apertura: da martedì a sabato ore 9-19, ultimo ingresso ore 18.30, Per info clicca qui oppure visita la pagina Facebook  qui . Mail: ufficio.museocivico@comunedisanremo.it 
Presso la Galleria d’arte La Mongolfiera (via Roma 50, Sanremo) sarà possibile visionare per tutta la durata della mostra una serie di litografie e opere di Giovanni Novaresio.
.
Dipinti_Novaresio_Somalia (3)LA MOSTRA
.
Grazie alla collaborazione tra il Comune di Sanremo e l’Archivio d’Arte Contemporanea (AdAC) dell’Università degli Studi di Genova, è stato possibile riproporre in questa mostra l’esperienza africana di Novaresio nella sua completezza e complessità: l’artista, pur lasciando la Somalia negli anni Sessanta, continuerà per altri vent’anni a riproporre nelle sue opere il ricordo di questa terra.
Novaresio non racconta mai un paese “da cartolina”, ma traduce la realtà profonda della Somalia in un linguaggio che unisce emotività e sintesi formale.
La selezione delle opere, datatate dagli anni Cinquanta agli anni Ottanta, consente infatti di seguire l’evoluzione della tematica africana, dalle sperimentazioni del tutto personali di Novaresio sulla scia del postcubismo alle forme più ammorbidite, dove riemerge una certa attenzione al dettaglio descrittivo.
La produzione dell’artista trova nelle sale storiche di Palazzo Nota non solo un’armoniosa collocazione, ma anche un’ideale continuità con la collezione permanente del museo che ospita un cospicuo numero di artisti liguri contemporanei, come Giannetto Fieschi, allievo dello stesso Novaresio.
.
 
mdeGIOVANNI NOVARESIO
.
Nasce a Napoli nel 1919. Si trasferisce nel 1934 a Genova dove frequenta l’Accademia Ligustica di Belle Arti. Partecipa attivamente alla Resistenza e nel 1945 fonda con lo scultore Sandro Cherchi la galleria Genova e l’Isola, punto di riferimento, nel dopoguerra, per gli artisti di avanguardia nel capoluogo ligure. L’improvvisa decisione di partire per la Somalia segna nel suo percorso artistico una svolta decisiva, rendendo la produzione dell’artista unica, tanto che diventa per tutti Giovanni l’Africano. Dal 1939 al 1997, anno della scomparsa, espone in numerose personali e collettive in Italia e all’estero. Nel 2013 la mostra Old&New A Zimbabwean Italian Tale presso il Museo Nazionale Preistorico ed Etnografico “Lugi Pigorini” di Roma ha portato per la prima in Italia i disegni con i quali Novaresio ha documentato la costruzione della diga di Kariba, esposti nel 1960 a Salisbury (Rhodesia del Sud). La personale allestita nel 2014 al Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, ha ricondotto la figura di Giovanni Novaresio ad una precisa identità e contestualizzazione storico-artistica.
.
di © L’Italia Coloniale – Tutti i diritti riservati
.
ManifestoNovaresio_Mostra_San-Remo
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...