Confine Kenya-Somalia. Muro e telecamere contro immigrazione e Al-Shabab

Border-Somalia_KenyaLa costruzione del controverso muro di sicurezza lungo il confine tra Kenya e Somalia è in corso secondo il commissario regionale del Nord-Est Mohamud Saleh.
Parlando nella città di Mandera quando ha ispezionato la sezione completa del muro di otto chilometri che inizia al punto di confine di Mandera, Saleh ha affermato che intende proteggere la città che ha subito il peso degli attacchi terroristici del gruppo terroristico Al-Shabaab che opera in Somalia.
Saleh ha detto che ulteriori 28 chilometri sono stati realizzati e la costruzione riprenderà presto.
Ha detto che il muro di sicurezza in calcestruzzo iniziale è stato ridisegnato a causa delle enormi implicazioni finanziarie e che i lavori saranno eseguiti in fasi fino a Kiunga nella contea di Lamu.
“È un processo lento, ma il Kenya continuerà a proteggere i suoi confini con la Somalia”, ha detto Saleh.
Ha aggiunto che il Kenya non ha alcun problema con i cittadini della Somalia che attraversano il paese per lavoro, ma “questo deve essere effettuato in maniera strutturata. Ci piace un buon vicinato ma non permetteremo al nostro popolo di essere terrorizzato da nessuno. Come Governo dobbiamo difendere il nostro territorio e il nostro popolo”, ha detto Saleh.
Wall_Border2-Somalia_Kenya“L’era in cui i cittadini somali erano soliti entrare e uscire non c’è più. Chiunque entri in Kenya deve usare un passaporto o altri documenti legali”, ha detto.
Ha elogiato il Kenya Defense Force (KDF) per il loro lavoro.
“Sono soddisfatto come presidente del team di sicurezza e intelligence nord-orientale con i lavori delle forze di difesa del Kenya che stanno intraprendendo il progetto. Hanno fatto un buon lavoro”, ha osservato Saleh.
“Voglio assicurare ai keniani che il governo è concentrato sul progetto. Non abbiamo problemi con il popolo della Somalia. Sono i nostri vicini che hanno avuto seri problemi di sicurezza negli ultimi 26 anni”, ha aggiunto.
Il muro, è stato stimato di oltre 400 km quando sarà terminato, sono stati previsti punti di ingresso personalizzati per l’immigrazione e un muro di cemento alto due metri dotato di telecamere a circuito chiuso.
L’idea è stata presentata a marzo 2015 in seguito agli intensi attacchi di Al-Shabaab nelle contee di Mandera, Garissa e Wajir, costituiti da due recinti paralleli di rete pesante e fili di rasoio che corrono tra di essi. Una fossa profonda 3 metri sul lato keniota corre anche lungo la recinzione e accanto ad essa è una strada che deve essere utilizzata dal personale di sicurezza per pattugliare il confine.
.
Fonte citizentv.co.ke
Wall_Border-Somalia_Kenya
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...