MOVM Arturo Mercanti, pioniere dell’aeronautica e dell’automobilismo, a 60 anni volontario della guerra d’Etiopia.

Il suo esempio di volontariato a sessant’anni è superbo e ammonitore”. Benito Mussolini

arturo_mercantiNasce a Milano il 15 aprile 1875, si diploma in ragioneria nel 1896 e nel 1907 fu segretario generale del T.C.I. Touring Club italiano, partecipando attivamente all’evoluzione dell’associazione. Nel 1908 a Milano fu tra i fondatori della Società italiana aviatori. Nel 1911 partecipò, insieme a Bertarelli, in rappresentanza del T.C.I., alla fondazione dell’Aero Club d’Italia, del quale sarebbe divenuto successivamente presidente. Nell’ottobre 1913 organizzò la prima gara per idrovolanti in Italia: il “Circuito dei laghi”.

Con il grado di tenente dei bersaglieri partecipò alla prima guerra mondiale dove fu ferito due volte, meritando due medaglie di bronzo al valor militare, due croci di guerra al merito e nel 1917 la promozione a capitano. Fu trasferito, su sua richiesta, in aeronautica, conseguendo il brevetto di pilota militare nel settembre 1918. Promosso maggiore, comandò fino al 15 maggio 1919 il gruppo sperimentale comunicazioni aeree. A settembre ritornò alla vita civile entrando a far parte dell’Automobile Club di Milano in qualità di consigliere e di direttore, organizzando, nel 1921, il primo Gran Premio d’Italia nell’autodromo semipermanente di Montichiari (Brescia), l’anno successivo fece costruire l’Autodromo di Monza, realizzato per l’occasione in soli 110 giorni dall’impresa dell’ingegnere Puricelli.

TI PIACE QUESTO ARTICOLO? ENTRA E CLICCA MI PIACE NELLA PAGINA FACEBOOK “L’ITALIA COLONIALE”
.

1929_florio_mercantiNel frattempo, con l’avvento del fascismo, si era sempre più legato a Longoni, primo segretario dei Fasci italiani di combattimento ed editore della Gazzetta dell’aviatore, e ai piloti Locatelli e Finzi, formando con loro il gruppo dei più stretti collaboratori di Benito Mussolini in tema di aeronautica. Con la nascita del Commissariato per l’aeronautica, il 24 gennaio 1923, e quindi della Regia Aeronautica, il 28 marzo, fu nominato direttore generale degli Affari civili e da fine marzo direttore generale del Ministero dell’Aeronautica, fino a luglio 1924.

Quando, nel 1928, il generale Umberto Nobile organizzò una nuova spedizione scientifica al polo Nord con il dirigibile «Italia» collaborò alla raccolta di fondi che resero possibile l’impresa. In seguito, dopo che il dirigibile precipitò sui ghiacci polari, si adoperò per una nuova colletta dell’Automobile Club di Milano per finanziare la ricerca dei superstiti; fu tra i primi a localizzare i naufraghi della «tenda rossa».

Benché fosse ormai sessantenne, nel 1935 ottenne di essere richiamato alle armi per partecipare alla guerra d’Etiopia, in cui, come tenente colonnello del Regio Corpo Truppe Coloniali della Somalia, gli fu assegnato il comando delI’autoreparto Caterpillar.

A guerra ormai conclusa, il 6 luglio 1936, durante un trasferimento in treno, il convoglio subì l’assalto di bande irregolari a Les Addas (Dire Daua) dove rimase ucciso.

arturo-mercanti-etiopiaIl 25 ottobre 1936 gli fu conferita alla memoria dapprima la medaglia d’argento al valor militare e poi il 30 ottobre 1937 la medaglia d’oro al valor militare con la seguente motivazione: «Volontario in A.O. quale comandante dello scaglione rifornimenti di una colonna operante su Harar, forgiava e guidava uomini e macchine sulla via dell’assoluta dedizione, conseguendo risultati mirabili per la sua perizia e col suo esemplare, perseverante coraggio. A vittoria conclusa passeggero di un treno che numerosissima banda ribelle aveva fatto deragliare per assalirlo con feroce accanimento, partecipava animosamente alla strenua difesa degli atterriti viaggiatori; e, imbracciato il fucile, cadeva nel generoso tentativo di spezzare il micidiale cerchio nemico. Fronte Somalo, aprile-maggio 1936; Les Addas, 6 luglio 1936.»

Il 23 gennaio 1943 gli fu conferito l’attestato di pioniere dell’aeronautica. A Roma gli è stata dedicata una via.

di © Alberto Alpozzi – Tutti i diritti riservati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...