Gli Usa hanno inserito l’Eritrea nella black list “travel ban”

Asmara_Roberto Guiot (2)

Asmara, sala da biliardo. Foto di Roberto Guiot

Cresce la lista dei paesi “travel ban” entrati nella black list americana. È del 31 gennaio l‘annuncio dell’amministrazione Usa di aver inserito l’Eritrea, la Nigeria, il Sudan, la Tanzania, il Kirzighistan e il Myanmar perché non avrebbero rispettato gli standard di sicurezza e la condivisione delle informazioni globali.

I nuovi ingressi nella black list si vanno ad aggiungere a Iran, Libia, Siria, Somalia e Yemen, paesi da tempo soggetti a restrizioni di viaggio verso gli Stati Uniti.
Il 3 febbraio il Ministero dell’Informazione di Asmara ha espresso la propria perplessità per quello che definisce “un atto ostile” da parte dell’amministrazione americana, che contraddice la linea di apertura mantenuta finora dall’amministrazione Trump nei confronti del paese.
Una posizione che potrebbe spiegarsi in vista delle prossime elezioni ribadendo il concetto “America first”.
Resta comunque strana la scelta di inserire il paese africano nella lista del “travel ban” quando proprio Asmara aveva protestato contro le passate amministrazioni americane che concedevano l’asilo automatico agli eritrei che ne avessero fatto richiesta.
“Una politica di spopolamento, l‘aveva definita Asmara. Un sistema collaudato – commenta il sito eritrealive – dall‘America ed esportato in Europa per alimentare aspettative e migrazioni letali, almeno quelle via mare dalla Libia verso l’Italia”.
Il travel ban non permette di emigrare negli Usa per lavoro ma non impedisce gli ingressi negli Stati Uniti per turismo.
.
massaua_roberto guiot

Massaua oggi. Foto di Roberto Guiot

SFOGLIA e LEGGI il libro “ERITREA. L’ARCHITETTURA COLONIALE ITALIANA”
.
ACQUISTA ORA il libro “Eritrea – L’architettura coloniale italiana” a soli Euro 20,00+sp. Ordine via mail a ilfarodimussolini@libero.it. Pagamenti tramite Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)
.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.