Disordini ad Asmara. L’opposizione parla di 28 morti, ma i dati non sono confermati

scontri_asmaraAd Asmara, capitale dell’Eritrea, ex colonia italiana, una protesta di studenti musulmani è stata repressa nel sangue. Almeno per quanto ha dichiarato Nasredin Ali, portavoce della “Rsado” Red Sea Afar Democratic Organisation, gruppo di opposizione al regime del presidente Afeworki, basato in Etiopia. Si parla di 28 morti, centinaia di feriti e decine di arresti. Il governo ha smentito. I dati infatti non sono confermati.
Il ministro delle Informazioni dell’Eritrea, Yemane Gebremeskel, attraverso Twitter ha dichiarato: “una piccola dimostrazione di una scuola in Asmara dispersa senza alcun ferito”.
I disordini sono iniziati martedì 31 ottobre quando gli studenti della scuola privata Diae Al Islam situata ad Akhria , una zona nella periferia della città si sono radunati davanti agli uffici del presidente Isaias Afworki per protestare contro una circolare inviata a tutte le istituzioni scolastiche religiose che invitava i direttori a consegnare le liste degli alunni in modo da ridistribuirli presso istituti statali.
Il rifiuto dei direttori delle scuole ha portato al loro arresto innescando le proteste. Tra gli arrestati, già il 15 ottobre 2017, Haji Musa Mohamed Nur, un rispettato anziano della comunità che aveva tenuto un appassionato discorso.
Nel paese, metà della popolazione è musulmana, le scuole religiose sono ammesse ma vieta il loro coinvolgimento in politica e sono vietati tutti i simboli religiosi negli istituti.
Va sottolineato che la Rsado raccoglie esponenti di etnia Afar decisi ad ottenere l’indipendenza per la regione della Dancalia attraverso la lotta armata contro il regime eritreo e che quindi le dichiarazioni di Nasredin Ali vanno prese con cautela. Il governo eritreo parla di una manifestazione non autorizzata e dispersa senza vittime.
La popolazione è in agitazione in tutta la città. L’ambasciata americana ha confermato colpi di arma da fuoco in diverse zona della città.
.
di © Alberto Alpozzi  – Tutti i diritti riservati

One thought on “Disordini ad Asmara. L’opposizione parla di 28 morti, ma i dati non sono confermati

  1. Pingback: Disordini ad Asmara – La Comunità Eritrea chiede la rettifica alla stampa italiana | L'ITALIA COLONIALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...